Approccio Person Centred Care

“Il personale non sa non sa gestire i comportamenti delle persone con demenza o con problemi psichiatrici”

“Gli ospiti sono lasciati da soli, non vengono sufficientemente coinvolti dagli educatori nelle attività e i familiari si lamentano di questo”

“Il personale non si relaziona con gli ospiti, non li guardano, parlano poco con loro”

“Gli operatori fanno preferenze e coinvolgono sempre gli stessi residenti”

NUVOLA_PCC

Queste sono alcune tra le problematiche più comuni che vengono riportate dalle direzioni delle strutture e che riflettono un’assistenza centrata sul “fare” piuttosto che sui bisogni globali della persona.

L’approccio Person Centred Care (PCC) è un insieme di principi teorici e strumenti operativi elaborato da Tom Kitwood e dal gruppo di ricerca Bradford Dementia Group nel Regno Unito. È un modello di cura psicosociale che prende in considerazione la persona nella sua totalità, riconoscendone i bisogni emotivi, sociali, spirituali, occupazionali e fisici; la persona fragile non viene considerata come una vittima passiva della malattia, ma come agente attivo che sente, vive e agisce nel mondo per dare un significato a ciò che accade. In una prospettiva Person Centred Care (PCC), la relazione diventa un vero e proprio strumento di cura. Tale strumento è centrale nell’assistenza PCC e permette di fare la differenza nella pratica lavorativa del personale e migliorare la qualità di vita del residente e dei suoi cari.

Focos Argento realizza interventi di consulenza e percorsi di formazione rivolti sia al personale operativo e ai professionisti sia alle direzioni per sviluppare all’interno della struttura un’assistenza PCC rendendo così la persona, nella sua unicità, la principale protagonista del progetto assistenziale. L’approccio PCC può essere implementato all’interno di tutta la struttura o di un nucleo (consulta la pagina dedicata).

Per un approfondimento dell’approccio Person Centred Care, consulta la bibliografia.

Case History